Orari di apertura

Galleria: 9.00 - 21.00
Area Ristoro: fer 9.00 - 22.30 / fes 9.00 - 23.00

06-il-cane-in-ufficio-fa-bene.jpg
Pubblicato il 03 Luglio 2017

Una ricerca dimostra che un animale sul posto di lavoro rende l’attività più piacevole e proficua abbassando i livelli di stress e conflittualità. A questo tema è stata dedicata a giugno anche la “giornata mondiale del cane in ufficio”.

Creato nel 1995, il Take Your Dog to Work Day incoraggia gli impiegati a provare la gioia di avere il proprio amico a quattro zampe sul posto di lavoro per un giorno speciale, per celebrare i grandi amici cani, fare e promuovere adozioni da rifugi locali e gruppi di salvataggio. Da allora sono state svolte numerose iniziative e campagne che invitano a passare del tempo in ufficio con il proprio amico domestico, con l’obiettivo di diffondere l’idea che gli animali possano accompagnare tranquillamente il loro padrone al lavoro rendendo l’ufficio un posto migliore.

Questa ricerca, commissionata da una multinazionale, ha studiato un campione di 1000 dipendenti e 200 responsabili delle risorse umane di aziende americane, e ha rivelato che la presenza di un animale domestico in ufficio ha portato benefici all’umore (93%), riduzione dello stress (93%), maggiore equilibrio tra vita privata e lavoro (91%), incremento di attaccamento all’azienda (91%) e la diminuzione del senso di colpa nel lasciare il proprio animale a casa mentre si è a lavoro (91%).

I benefici di avere un animale sul luogo di lavoro sono quindi la logica estensione di altre ricerche che mostrano come i proprietari di animali siano più felici, più sani, abbiano maggiore autostima e soffrano meno di depressione di chi, di animali, non ne ha. Avere un animale porta a far nascere un rapporto di amore, incoraggia a prendersi responsabilità, promuove l'attività fisica, aiuta a creare una routine, garantisce compagnia, promuove le interazioni sociali, migliora la salute e la costituzione fisica, con vantaggi per il benessere mentale. Questi benefici sono estendibili a tutti, e se pensiamo di poter contare sulla compagnia del proprio animale domestico nel luogo in cui si trascorre gran parte del giorno, come l'ufficio, l'equazione è ben presto fatta.

In particolare, dallo studio emerge che i dipendenti che lavorano in contesti pet-friendly hanno quasi il doppio delle probabilità di essere molto soddisfatti del loro lavoro rispetto a chi lavora in aziende che non ammettono animali domestici.

Dopo lo smart working e gli open space con postazioni libere, anche l’ufficio “pet friendly” può essere una speranza e una realtà.